446. Cittadini del Mondo

446. Cittadini del Mondo.

Sono sempre stato un precursore dei tempi…

Ho applicato le nuove tecnologie al mondo della moda. Quando i potenti computer che utilizziamo oggi erano ancora un sogno mi ricordo che utilizzavo una delle primissime fotocopiatrici a colori per ingrandire, modificare e creare effetti con le foto che avevo scattato in giro per il mondo. Creavo motivi ed effetti colore che poi trasferivo su seta, tessuto e pelle e diventavano gli abiti da sogno che sono da sempre la mia firma, l’immagine della mia moda.

Negli oltre cinquant’anni che ho dedicato alla moda ho assistito ad una trasformazione completa nel modo di creare, nel modo di fare business. Possiamo riassumere questo cambiamento come l’evoluzione dal mondo Analogico a quello Digitale.

Tutto è cambiato, tutto si è trasformato. Questa grande trasformazione ha avuto un effetto dirompente sul nostro modo di vivere, di fare business, di fare politica, di creare, di dar vita ai nostri progetti, di realizzare i nostri sogni.

Il fatto stesso che io sia qui davanti al mio computer a scrivervi e poi a leggere i vostri commenti è una cosa che continua a sorprendermi, mi affascina…

L’impatto del mondo digitale sulla moda continua a essere importante. Internet ha contribuito alla diffusione istantanea di notizie. Ha dato a chiunque la possibilità di reperire informazioni. Attraverso Internet improvvisamente i giovani designers hanno la possibilità di pubblicare i propri disegni, di trovare fornitori di materie prime, di vendere le proprie creazioni in tutto il pianeta con un minimo investimento.

Professioni che prima richiedevano una vita di sforzi per potersi affermare sono così improvvisamente diventate alla portata di tutti. scrittori, registi, attori, fotografi, designers, musicisti sono diventati famosi grazie a Internet e alla trasformazione delle nostre vite dall’era Analogica a quella Digitale. Oggi viviamo in un mondo dove tutti sono interconnessi. Le nuove idee si propagano alla velocità della luce.

Questa è una grande opportunità che oggi viene offerta a tutti voi!
Non procrastinate! Date voce alla vostra creatività. Siate proattivi in questa era Digitale, diventate anche voi Cittadini del Mondo!

I LOVE YOU

Roberto Cavalli Blog

445.Contentezza

445.Contentezza

Contentezza è quel sentimento che ci permette di vivere in pace con noi stessi, felici di essere chi siamo e di quello che abbiamo, crescere le nostre famiglie in armonia con le persone e con l’ambiente che ci circondano.

Ho fatto di “Eccesso è il mio successo” il mio motto. La mia continua ricerca nel mondo della moda è sempre stata la mia grande fonte di ispirazione. Una continua infusione di vitalità. Ogni collezione deve essere migliore della precedente, nuove idee, colori e tecnologie applicate ai tessuti e ai pellami.

Così come gli atleti competono contro se stessi spostando la barra un po’ più in alto ad ogni allenamento. È normale, ricercare la perfezione fa parte della nostra natura. Migliorare le nostre prestazioni, creare collezioni sempre più belle, interessanti, colorate, uscire dagli schemi classici, creare nuove tendenze…

Ormai mi conoscete, avete capito che in fondo sono una persona semplice. Mi trovo a mio agio in ogni situazione. Ogni volta che penso alla mia vita, la mia grande avventura, mi torna in mente la mia mamma, i suoi insegnamenti, il suo modo di fare, la sua compostezza. I suoi modi erano semplici e gentili. Ho imparato la contentezza dalla mia mamma, lei era in grado di risolvere ogni difficile situazione la vita le prospettava, anche le più difficili. Il suo dolce sorriso è sempre impresso nella mia mente, così come il suo modo di porsi, sempre così gentile.

Quello che ho imparato girando il mondo è che le persone semplici, quelle che hanno la gentilezza nel loro sguardo, quelle che sanno apprezzare ogni piccola gioia hanno di fatto trovato il segreto della contentezza. Non vuol dire sapersi accontentare ma significa saper godere ogni giorno quello che la vita ci dona, sapersi guardare intorno, apprezzare chi siamo ed essere grati per quello che abbiamo.

Quello che possediamo non riesce a darci la felicità. La contentezza parte dal profondo del nostro cuore. Spesso è offuscata dalla vita che ci scorre davanti troppo veloce.

Ho visto bambini giocare con una palla fatta di stracci e ho letto la contentezza nei loro occhi, li ho visti felici, spensierati, grati di passare il tempo con i loro amici.

Non lasciate che una vita frenetica vi allontani dalla contentezza.

I LOVE YOU

Roberto Cavalli Blog

444. Il segreto della felicità si trova nella ricerca di ciò che si rivela essere una destinazione sconosciuta…

444. Il segreto della felicità si trova nella ricerca di ciò che si rivela essere una destinazione sconosciuta…

Ho conosciuto le donne più belle del mondo, sono stato giudice a Miss Universo, ho viaggiato verso destinazioni sconosciute. Ho visitato capitali e regni remoti, incontrato Re e Regine, Principi e Presidenti. Ho conosciuto persone di ogni estrazione sociale.

Viaggiare ci permette di diventare una persona migliore, più saggia.

Sono un esploratore. Mi piace l’avventura. Ogni mio viaggio inizia con una destinazione, un orizzonte che poi si apre a nuovi orizzonti. Sento sempre la necessità di spingermi oltre. Cosa c’è oltre l’orizzonte, quella sottile linea che ci separa dall’ignoto?

Scoprire un’altra civiltà, un’altra cultura con i suoi rituali, con le sue tradizioni che si rivelano anche attraverso i loro abiti caratteristici.

Viaggiare e scoprire questo nostro mondo accresce la nostra conoscenza, allarga i nostri orizzonti e ci regala una visione completa del nostro pianeta e di coloro con cui lo condividiamo.

Non importa come viaggiate, con chi condividete il viaggio o la vostra destinazione, quello che conta è il viaggio e l’esperienza che ne trarrete.

Ho scattato centinaia di migliaia di foto e quando guardo quelle immagini la mia memoria mi riporta indietro nel tempo, i suoni e i profumi di quell’istante magicamente riaffiorano.

Non esiste il “momento giusto” per fare un viaggio, per partire, per iniziare una nuova avventura, ogni momento è “quello giusto”. A volte si parte per scoprire il mondo e a volte si parte per scoprire noi stessi, per guardare dentro al nostro mondo e aprire quella porta che ci mette in contatto con il mondo esterno.

Se vi sentite costretti all’interno di una gabbia verificate che non sia chiusa dall’interno.

La vita è una grande avventura e viaggiare la completa. Quante cose nella mia vita sarebbero state diverse se non avessi aperto quella porta, se non avessi viaggiato, se non avessi conosciuto persone che hanno condiviso il loro sapere, che mi hanno dato la loro amicizia e con cui abbiamo condiviso una parte del viaggio.

Smettete di leggere e iniziate a fare le valige.

I LOVE YOU

Roberto Cavalli Blog